Nuova ondata di messaggi frode su WhatsApp: quali sono e come evitare le truffe

Non si fermano i messaggi frode su WhatsApp, ideati e diffusi dai malviventi con l’evidente obiettivo di mettere a segno delle truffe ai danni dei malcapitati destinatari.

Ebbene, negli ultimi tempi si è rinnovata la truffa mamma e papà di WhatsApp, una serie di messaggi inviati a un utente in cui ci si finge il figlio della vittima: costui, in condizioni di manifestate difficoltà, domanda soldi. E così i genitori, ignari della trappola, vengono indotti a trasferire dei fondi sul conto bancario del truffatore.

In sintesi, la persona presa di mira nella truffa viene contattata con un messaggio WhatsApp da un numero sconosciuto. Chi scrive afferma di essere il figlio o la figlia che ha perso il suo telefono o l’ha rotto, giustificando così il numero diverso.

Altre volte invece il truffatore invia un messaggio nel quale afferma di essere stato bloccato dalla sua app di mobile banking, chiedendo sempre e urgentemente dei soldi e inviando dei dettagli bancari per il trasferimento della somma.

Se le vittime del raggiro inviano la somma di denaro richiesta, l’autore della truffa sparisce nell’arco di pochi istanti con i soldi così sottratti.

Come evitare le truffe su WhatsApp

Proprio per poter contenere il rischio di propagarsi di queste truffe, online si moltiplicano i suggerimenti degli operatori telefonici al fine di ispirare un po’ più di consapevolezza tra gli utenti.

Per esempio, negli ultimi giorni Fastweb ha suggerito che è bene evitare di scaricare quelle applicazioni che promettono di mostrare i messaggi, le chiamate o le attività effettuate da altri contatti. Si tratta evidentemente di malware che sono utilizzati da hacker e truffatori per rubare informazioni private e personali che vengono poi fruite per realizzare le truffe.

Tra gli altri accorgimenti, gli operatori consigliano di fare attenzione a buoni acquisto, sconti e offerte su servizi e prodotti recapitati tramite messaggi su WhatsApp perché, anche se apparentemente provenienti da aziende conosciute, potrebbero celare dei tentativi di truffa.

Ancora, Fastweb suggerisce di prestare attenzione anche quando si viene contatti da un numero sconosciuto che riporta l’immagine del profilo di un amico, di un familiare o di un conoscente, perché spesso in questo modo si cerca di ottenere la fiducia delle persone e richiedere loro il versamento di una somma di denaro istantanea, come avviene mediante PayPal o ricariche PostePay.