Intel e Microsoft creeranno un nuovo super chip

Nel corso del recente IFS Direct Connect 2024, Intel ha condiviso alcuni importanti annunci che potrebbero trasformare il settore dei semiconduttori, e non solo. Ma andiamo con ordine.

In primo luogo, la società ha definito la roadmap 5N4Y, o Five nodes in four years, con cui intende disciplinare cinque processi produttivi chiave in quattro anni, estendendola ulteriormente con il processo Intel 14A e con l’integrazione di alcune evoluzioni che ruotano intorno a processi specializzati. Non c’è una data di debutto dei nuovi chip realizzati con questo processo, ma probabilmente il 2026 dovrebbe essere l’anno buono. Stando a quanto è stato reso noto, Intel 14A dovrebbe essere sviluppato in Organ e implementato successivamente in altre Fab, come quelle europee.

A proposito di eventi, il CEO di Microsoft Satya Nadella ha annunciato che realizzerà un chip sulla base del processo Intel, ma 18A, che è un’evoluzione di Intel 20A, il primo processo a introdurre i transistor RibbonFET e l’alimentazione dal retro per i transistor.

Sempre nel corso dello stesso evento, Intel ha annunciato l’aggiunta di Intel Foundry FCBGA 2D+ alla sua suite completa di offerte ASAT, che include già FCBGA 2D, EMIB, Foveros e Foveros Direct. Partner come Synopsys, Cadence, Siemens, Ansys, Lorentz e Keysight hanno reso pubbliche la qualifica dei tool e delle IP per consentire ai clienti della fonderia di accelerare il loro progetti di chip avanzati su Intel 18A, annunciando poi l’abilitazione di EDA e IP su tutte le famiglie di processi Intel.

Infine, Intel ha presentato una “Iniziativa per le Imprese Emergenti” in collaborazione con ARM, finalizzata a garantire servizi di fonderia all’avanguardia per system-on-chip (SoC) basati su ARM.